Nebbiolo. Il vitigno longevo e fine

Nebbiolo
Nebbiolo

Nebbiolo -vitigni vari-

Il Nebbiolo può essere definito il più nobile e fine tra i vitigni, dona infatti non solo vini importanti, ma anche di grande finezza e struttura al contempo,di grande longevità, in particolare i Barolo hanno da sempre fama di invecchiamento prolungato, grazie anche alla buona presenza dei tannini e dell’acidità, che con l’affinamento in bottiglia si stemperano.

Il vitigno.

Pur essendo il vitigno più coltivato del Piemonte, e certamente il più importante dal punto di vista qualitativo, copre solo il 3% dell’intera produzione di uva della regione, ed è coltivato solo in alcune zone “elette”, in sostanza nei comuni dove è permesso produrre il Barolo.

Nebbiolo grappolo

Un grappolo di Nebbiolo

L’uva matura tardi, solitamente le vendemmie iniziano a metà ottobre.
Si deve forse alla presenza di nebbia di questo periodo di vendemmia, il nome Nebbiolo.
Data la sua tarda maturazione è coltivabile sopratutto sui pendi ben esposti.
Anche il terroir, è decisivo per ottenere dei buoni vini, in particolare quelli composti da marne calcaree.
Su questo tipo di terreno dona vini complessi e fini, che stemperano i tannini.
Su terreni sabbiosi, si ottengono vini più freschi e morbidi.
Lo “spartiacque” sulla qualità del vino ottenuto, possiamo identificarla con il fiume Dorea Balte.
Sulla riva destra si ottengono i vini più eleganti, a partire dal Barolo, sulla riva sinistra, si ottengono i vini più immediati, come nella zona del Roero.

Al di fuori del Piemonte è poco coltivato, anche se rientra in alcuni bland.
rimane comunque confinato in piccole zone del nord Italia.
L’unica zona abbastanza estesa al di fuori del Piemonte, dove è coltivato è la Val Tellina, qui viene chiamato Chiavenasca.
I tentativi fatti fuori dai territori italiani, in particolare Centro e Sud America, per ora si sono rivelati di scarso interesse enologico.

Sono 21 DOC e le DOCG in cui è previsto in Nebbiolo, quindi oltre ai due “re” Barbaresco e Barolo, lo troviamo compreso in vini meno noti al grande pubblico, ma non per questo meno importanti.

Fonte principale. Guida ai vitigni del mondo.

 

Leggi anche gli altri articoli sul Piemonte sul Barolo.

Commenta gli articoli.

Informazioni su Ganimede Coppiere

Mi firmo con un nome antico, che mi identifica da molti punti di vista, sotto il quale non mi celo ma rivelo. Amministro questo blog, che non ha pretese, ma cerca solo di raccontare esperienze personali di carattere sensoriale, oltre a dare, spero, strumenti utili agli appassionati del vino. Il mondo del vino è assai variegato, è un mondo che ti cattura, ti affascina, ed ovviamente ti inebria. Se vuoi scrivi direttamente a info@guida.wine
Questa voce è stata pubblicata in articoli vari, vitigni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.